Michela AdrianoAdriano Marco e Vittorio

Ciao! Sono Michela Adriano e l’azienda della mia famiglia, Adriano Marco e Vittorio, si trova nel cuore della Langa, ad Alba, nella frazione di San Rocco Seno d’Elvio. Da generazioni coltiviamo e vinifichiamo solo uve di proprietà, con l’obiettivo di continuare il lavoro iniziato prima dal bisnonno Giuseppe e dopo da nonno Aldo. Il 1994 è l’anno con cui zio Marco e papà Vittorio imbottigliarono le prime bottiglie con la nostra etichetta. Attualmente la nostra azienda copre una superficie totale di 50 ettari, suddivisa tra 10 ettari di nocciole, 10 ettari di boschi e terreni a riposo e 30 ettari vitati.

Anno di Fondazione

1994

VINI DELL'AZIENDA
  • Langhe DOC Sauvignon “Basaricò”
  • Langhe DOC Freisa “Lice”
  • Dolcetto d’Alba DOC “Aldo”
  • Barbera d’Alba DOC (anche nella versione Superiore)
  • Langhe DOC Nebbiolo “Cainassa”
  • Barbaresco DOCG “Basarin”
  • Moscato d’Asti DOCG “Maddalena”
Numero di bottiglie prodotte

160.000

CONTATTO
selezione natinvigna
territorio

Barbaresco

La zona del Barbaresco si trova nel cuore delle Langhe e comprende tre comuni principali: Barbaresco, Treiso, Neive, a cui si aggiunge la frazione di Alba, San Rocco Seno d’Elvio. Osservata dall’alto, i suoi confini delineano una sagoma inconfondibile: quella di un grappolo di Nebbiolo con la sua ala. Infatti, questa zona è rinomata per essere una delle massime espressioni dei vini da uva Nebbiolo, qui vinificata in purezza. Altri vitigni di altrettanta importanza sono Barbera e Dolcetto, a bacca rossa; Arneis e Moscato, a bacca bianca.

Fattori climatici ed ambientali fanno sì che il Barbaresco DOCG presenti una forte differenziazione tra annate. Inoltre, un altrettante significativa diversità è riscontrabile in vini ottenuti da vigneti posti nei diversi comuni che compongono la zona di produzione: a Treiso e San Rocco Seno d’Elvio c’è più eleganza e finezza, dettate da una maggior percentuale di sabbia, mentre a Neive e Barbaresco c’è più longevità e struttura, giustificate da una maggiore preponderanza di argilla. Possiamo dedurre quindi che, nonostante tutta la zona sia di formazione marina e il suolo costituito prevalentemente da marne calcaree, i diversi tipi di terreno prevalenti determinano le diverse sfumature che caratterizzano i vini.